Il Web Marketing Strategico è la trasposizione sul web del più classico Marketing Strategico di una volta. Una delle differenze che c’è tra il marketing tradizionale ed il web marketing strategico sta nel fatto che quest’ultimo si svolge in maniera più estesa, analizzando una montagna di dati (concorrenti, settore, keyword research per citarne alcuni) ed incrociandoli tra loro in modo tale da avere una visione ampia e sapere come proporre i nostri prodotti o servizi ad un segmento di pubblico potenzialmente interessato, ad alto tasso di conversione quindi.

Web Marketing Strategico

Un’altra differenza che possiamo notare è che nel marketing tradizionale si conosce bene l’esposizione che abbiamo ma non si conoscono quanti utenti/clienti siano arrivati proprio da quell’attività. Questo nelle campagne di Web Marketing Strategico non accade perchè possiamo sapere in ogni momento cosa sta accadendo.

Un esempio che calza bene il concetto sono i giornali “cartacei”. Offrono lo spazio pubblicitario, offrono una tiratura magari altissima e magari anche una certa capillarità nel territorio. Ma siamo sicuri che sia poi cosi efficiente nel portare clienti?

  1. Come facciamo a sapere se quel cliente che ci ha chiamato lo ha fatto perché ha visto proprio quell’annuncio?
    R. Effettivamente non lo sappiamo e dovremo chiederlo a lui…ma secondo voi è professionale chiedere quest’informazione ad un cliente nuovo di zecca?
    Soluzione: Il Web Marketing raccoglie la fonte del cliente (ma non solo) permettendoci di conoscere come sia arrivato a noi.
  2. Quanti sono quelli che dopo aver letto il giornale si ricordano una sola pubblicità?
    R. fate voi stessi l’esperimento, sono sicuro che la risposta è zero spaccato
    Soluzione: La pubblicità cartacea è una forma di pubblicità passiva, ovvero l’utente è bombardato di ogni sorta di pubblicità nel momento in cui meno so le aspetta. Nel Web Marketing invece accade proprio il contrario. E’ l’utente che cerca il nostro prodotto o servizio e noi saremo presenti in quel determinato momento, incrementando esponenzialmente la resa dei nostri sforzi.
  3. Quant’è il mio Ritorno sull’investimento (ROI)? Cioè facendo ipotesi ho speso 200€ per quell’annuncio, quanti clienti dovrei acquisire per raggiungere o superare l’investimento? e in quanto tempo visto che generalmente il giornale ha durata di un giorno solo?
    R. semplicemente non è misurabile perché manca un dato fondamentale: quanti sono quelli che hanno effettivamente letto il mio annuncio? ancora una volta, non si sa.
    Soluzione: Il Web Marketing Strategico ci fonrisce tutto il necessario per sapere anche il ricavo utile (al netto di tutte le spese, tasse, etc.) generato dall’attività di Web Marketing.
  4. Da dove ci ha contattato l’utente interessato a noi?
    R. ancora una volta, non si sa a patto che non lo chiediamo a lui, ma sapete già cosa ne penso a riguardo…
    Soluzione: Il Web Marketing ci dà anche questo importantissimo dato che potremo usare ad esempio per circoscrivere il ostro raggio d’azione.

Tutte queste mancanze (per la verità ce ne sono centinaia di altre) non si presentano con le attività di Web Marketing Strategico proprio perchè disponiamo di tutti questi dati che pian piano ci consentiranno di fare un lavoro smepre più preciso e di qualità.

Senza contare poi che con il Web Marketing Strategico possiamo agire anche su una capillarità maggiore rispetto al giornale arrivando anche a decine di migliaia di utenti sparsi per tutta la nazione.

Vediamo insieme una panoramica delle principali attività base che il Web Marketing Strategico prevede e che dovremo svolgere per arrivare a degli ottimi risultati.

Step Operativi del Web Marketing Strategico

Il Web Marketing Strategico, come suggerisce la parola stessa, è l’insieme di tutta una serie di strategie, sempre nell’ottica del web marketing, che si devono attuare per incrementare la visibilità online delle proprie pagine, di conseguenza trovare clientela qualificata potenzialmente interessata.

I vari step operativi che si mettono in moto quando si avvia un progetto web (ne vedremo alcuni tra poco) sono tutti necessari e propedeutici per arrivare all’obiettivo finale: aumentare il traffico interessato che poi dovremo convertire in clienti.

Le basi del web marketing di qualità

Alcune basi del web marketing di qualità

Analisi

Ogni attività promozionale online che intendiamo avviare dev’essere sempre preceduta da un’attenta e scrupolosa analisi di tutto (il cliente ed il suo sito, i concorrenti, il mercato, etc). Il Web Marketing Strategico non prescinde da questo aspetto fondamentale.

Da questa prima analisi emergeranno dei dati che ci consentiranno di stipulare la migliore strategia di marketing online cucita su misura per ogni cliente.

E’ utile tenere sempre a mente che senza l’analisi non c’è strategia e quindi non ci saranno nemmeno i risultati, quelli veri che durano nel tempo.

Se vuoi approfondire questo argomento leggi L’Importanza dell’Analisi SEO online

Definizione delle Strategie di Web Marketing

Una volta fatta l’analisi si procede con la redazione della migliore strategia di web marketing utile per il cliente.

Infatti con i dati raccolti ed analizzati riusciamo a capire prima di tutto come siamo messi noi sull’online, come sono messi i nostri diretti concorrenti (competirors), come il mercato di settore si stia evolvendo, come sia la tendenza stagionale, etc.

Viene redatto un vero e prorpio piano marketing che servirà anche da linea guida durante tutta la campagna di Web Marketing. Sarà infatti il nostro testo sacro.

Normalmente nella strategia vengono definiti tutti i vari passaggi obbligati che dovremo svolgere, vengono anche definiti i micro obiettivi che ci porteranno poi al macro obiettivo da raggiungere, in quanto tempo e molto altro.

Ogni settore, ogni azienda ed ogni mercato ha una sua morfologia che va studiata e capita affinchè si possa mettere in atto una strategia di Web Marketing proficua.

Il sito web

Il sito web del cliente è il punto di partenza e fa parte della strategia di Web Marketing. E’ infatti da li che iniziamo a fare la nostra analisi, capire come il sito sia “visto” dai motori di ricerca, quali siano i punti di forza e quali i punti deboli. Come e cosa sta comunicando al mondo.

Avere un buon sito, già ottimizzato e che presenta contenuti di qualità crea una solida base per affrontare bene tutto il discorso di Web Marketing successivo. Senza questo imprescindibile aspetto tutto l’apparato potrebbe non reggere rendendo di fatto vano ogni sforzo, per cui è il primo step che noi andiamo a sistemare. A volte però può essere necessario doveri rfare il sito magari perchè datato.

Se vuoi approfondire questo argomento leggi l’articolo sulla Realizzazione Siti Web

Attivita Propedeutiche al web marketing strategico

Le Attività propedeutiche del Web Marketing

Una volta che avremo definito gli step operativi del Web Marketing si procede con lo svolgimento di tutte le attività vere e proprie. Vediamo qualcuna.

Posizionamento siti web

Una volta ottimizzato il sito si procede con il posizionamento del sito web nei motori di ricerca per parole chiave mirate. Quest’attività consigliamo venga svolta in maniera continuativa per almeno tre motivi fondamentali:

  1. Acquisizione Dati: più dati abbiamo a disposizione più saremo precisi nelle varie attività e strategie. Logicamente per fare ciò dovremmo avere un costante monitoraggio degli accessi al sito e come questi arrivino da noi.
  2. Mantenerci sempre “sul pezzo”: ovvero, se smettiamo di fare quest’attività è matematico, i concorrenti ci supereranno prima o poi!
  3. Ultimo ma non ultimo, ricerca costante delle parole chiave di maggiore successo sia per i contenuti già pubblicati che per quelli nuovi.

Inoltre l’attività SEO non ha mai fine sopratutto perché le parole chiave a corredo di quella principale possono crescere ed evolversi costantemente nel tempo, per cui vale la legge “tutto fa brodo”, infatti se durante l’attività vengono individuate nuove parole chiave che porteranno potenziale traffico è cosa buona utilizzarle rieditando i propri testi.

Link building

La link building è molto importante per la SEO, e più genericamente parlando per le atività di Web Marketing, tant’è che ritengo sia uno dei pilastri portanti.

Ricevere link di qualità viene infatti visto da google come “la raccomandazione” online di un sito. Ovvero, se un sito molto autorevole linka (e quindi “raccomanda”) il mio sito google lo sa e premia il mio sito facendogli acquisire “Trust” ovvero fiducia.

Gli equilibri però che ci sono dietro la link building sono da rispettare sempre per evitare penalizzazioni, a complicare maggiormente le cose c’è il fatto che ogni mercato ed ogni sito ha equilibri propri.

Infatti secondo gli algoritmi di google l’acquisizione di link dev’essere naturale e non artefatta. Se google se ne accorge può penalizzare il sito, facendolo retrocedere o nei casi peggiori cancellandolo dai propri indici.

Ogni campagna di link building viene prima di tutto analizzata e studiata nei minimi particolari, proprio per capire quali siano questi equilibri e quindi mettere in atto una campagna profittevole e che non desti sospetti.

I Competitors

Sono i nostri principali concorrenti. Studiare il loro sito web, come stanno comunicando, a chi si stanno rivolgendo etc. ci permette di avere una visione del perchè si sono posizionati.

Inoltre nell’analisi che effettuiamo andiamo a “scovare” più di un competitor da analizzare perché non è detto che un concorrente lo sia per tutti i nostri prodotti o servizi trasversalmente.

I Social network

Ruolo importante nelle strategie di Web Marketing la giocano anche i vari social network, sia che si tratti sotto forma di campagne pubblicitarie pay per click o pay per view sia che si tratti dei semplici post o aggiornamenti inseriti.

Oltre al valore di traffico che possono portare in maniera “indiretta” i social network possono veicolare molti utenti attraverso la rete social.

Avere un buon bacino di “sostenitori” nei vari canali social che leggono i nostri post (magari con un link alla nostra pagina del sito) ci permette non solo di interagire in tempo reale con loro attraverso i commenti ma sopratutto di mantenere anche un canale “preferenziale” dove dare news di settore, informazioni importanti riguardo iun prodotto o servizio o semplicemente informare riguardo un qualche aggiornamento.

Parola d’ordine: mai sottovalutare il potere della rete (e questo comporta un certo impegno!)

Le campagne adv o campagne ppc

Le campagne adv ( o campagne ppc) come parte della strategia di Web Marketing

Le più famose in assoluto sono google adwords e  facebook ads. Sono molto simili all’apparenza ma presentano in realtà caratteristiche molto diverse. Vediamone qualcuna:

  • Google Adwords: permette una capillarità maggiore rispetto al suo antagonista in quanto ci si può promuovere non solo nelle ricerche di google ma anche su una serie di siti web partner di google, sulle app per cellulari, su gmail, youtube e molti altri luoghi. Permette una gestione piena di ogni cosa, anche su quali siti web farsi la propia pubblicità (ad esempio possiamo scegliere siti a tema dove gia sappiamo che ci sono molti lettori). Le funzionalità messe a disposizione dalla piattaforma sono davvero tante, da farci un libro!
  • Facebook Ads: simile ad adwords permette pero di agire solo internamente alla piattaforma facebook. Anche la configurazione della campagna è più semplice e variegata come target di pubblico.

Anche i costi sono molto diversi, nel primo caso sono più alti (ma del resto anche il raggio d’azione lo è) mentre per il secondo i costi sono molto più contenuti. In ogni caso possiamo sempre definire noi la spesa da affrontare giornalmente.

Esistono molti altri social network che permettono di fare delle campagne adv come ad esempio twitter e linkedin.

Email marketing

Le cosiddette “newsletter”. Sono molto valide se applicate ai clienti già acquisiti, permettendoci di mantenere un rapporto diretto con loro per promuovere i nostri prodotti o servizi andando ad ottimizzare ulteriormente le campange di Web Marketing messe in opera.

In genere viene utilizzata per proporre ad un gruppo di clienti determinati prodotti scontati o per informare la propria clientela riguardo novità di settore ma mai (o quasi mai) per l’acquisizione di nuova clientela.

Neuro web marketing

Il neuro web marketing sta al web marketing come la ciliegina sulla torta. Se noi impostiamo le nostre campagne in maniera eccellente ma poi nel nostro sito scriviamo a caso, usiamo colori senza una logica o immagini che non rispecchiano il contesto tutto avrà una leva minore in chi ci sta visitando.

Diversamente se noi proponiamo pagine web studiate secondo questa scienza avremo un incremento delle conversioni esponenziale.

Il Neuro Web Marketing infatti è una scienza cognitiva che aiuta i nostri lettori a compiere le azioni che noi ci aspettiamo essi facciano, passando attraverso l’utilizzo di colori ed immagini adeguate, testi studiati ad hoc e disposizione degli elementi secondo una logica razionale.

Quanto costa fare web marketing?Quanto costa fare web marketing?

Non c’è una tariffa unica, come già spiegato nel presente articolo ogni situazione è diversa, anche per clienti che appartengono allo stesso settore (ognuno ha bisogni diversi).

Però se si vuole avere un’idea basti pensare che per fare questo tipo di attività sono necessarie tre figure professionali che lavorano mese dopo mese per il cliente. Quanto potrebbero costare annualmente ad un’azienda se dovesse assumere queste tre figure? Sicuramente non meno di €35.000 l’anno lorde ciascuno (quindi parliamo di ben oltre centomila euro!).

Ovviamente questi non sono i nostri costi per questo tipo di attività. Tenendo conto anche dei parametri del marketing tradizionale bisognerebbe investire ogni anno il 10% del fatturato dell’anno precedente (ma se un’azienda ha fatturato un milione non è che ne investe centomila) e anche qui ancora non ci siamo.

In realtà la definizione del budget che noi facciamo prende in considerazione davvero molti fattori, non solo di mercato o concorrenti quanto anche fattori interni all’azienda. Un buon punto di partenza per fare queste attività in maniera profittevole se proprio vogliamo dare un numero adesso si potrebbe aggirare intorno ai diecimila euro annuali (ma è il minimo sindacabile).

Inoltre, come già spiegato, tutto è tracciabile nel web per cui anche le nostre azioni lo sono. Possiamo anche stimare il valore di ritorno dell’investimento quantificando in soldoni quanto l’azienda riuscirebbe a guadagnare dalle attività.

Case Study

Il caso studio di un nostro cliente prevedeva una spesa annua di circa 10000€ mentre le attività proposte avrebbero generato un introito pari ad €18000 solo nei primi tre mesi. Mica male no?

WhatsApp chat