La realizzazione di un sito web è un’attività che non può essere improvvisata ma deve essere sempre svolta in maniera molto accurata, organizzata e stando sempre ben focalizzati sugli obiettivi che tale sito dovrà raggungere. Ricordiamo che il sito è l’estensione aziendale sul mercato online ed è importante comunicare in maniera adeguata.

In genere quando mi dedico alla realizzazione siti internet parto sempre a sviluppare il sito con carta e penna individuando e definendolo in ogni sua sfacettatura, prima ancora di iniziare a scrivere codice o iniziare alla creazione del sito vera e propria. Cosi facendo anzitutto posso avere una panoramica sull’intero lavoro da svolgere e poi perché avendo i miei fogli davanti riesco a cogliere eventuali mancanze o idee che si potrebbero proporre al cliente per migliorare l’intero sistema comunicativo.

Ultimo ma non ultimo è fondamentale conoscere ed applicare tutti gli accorgimenti necessari a rendere un sito perfettamente ottimizzato SEO. Questa è la base minima su cui partire con qualsiasi progetto web che sia realmente visibile.

Alla luce dei concetti appena esposti, la creazione siti web non può essere svolta da personale non qualificato né tantomeno da servizi di creazione siti internet automatizzati e a basso costo. Il risultato e sopratutto la qualità che si otterrà andrà di pari passo con l’investimento effettuato e vale il concetto:

“meno mi costa meno ci guadagno”

Consiglio sempre, per chi deve affrontare le realizzazione siti web per le proprie attività di rivolgersi ad un professionista. Questo infatti non solo creerà il sito più adatto a voi ma vi consiglierà e guiderà nel miglior modo possibile. Costerà certamente di più ma lo strumento di lavoro che avrete tra le mani sarà eccellente sotto ogni aspetto, anche quello remunerativo nel tempo.

Realizzazione Siti Web Professionali vs. Web Site Builders

Nel vasto mercato online ci sono alcuni siti che offrono un servizio un po’ particolare, ovvero i cosiddetti web site builders. In pratica ci si iscrive, si registra il proprio dominio, si paga l’annualità (che va in genere da poche decine di euro fino a qualche centinaio, sempre su base annua) e si fa da soli il proprio sito, seguendo il proprio gusto e nella quasi totalità dei casi senza seguire una struttura logica (per il web si intende).

Per la verità questi web site builder potrebbero andare bene in casi di utilizzo amatoriali ma non sono pensabili per un uso professionale o per rappresentare un’identità aziendale.

Il motivo è molto semplice, partiamo dall’immagine aziendale. Si sa la prima impressione è quella che conta ma l’usabilità e la comunicazione sono fondamentali nell’esatto momento in cui l’utente utilizza il sito. E se il sito si presenta male o è strutturato male passerà questo messaggio prima ancora di quanto c’è scritto. E quale sarà a questo punto la reazione dell’utente? uscirà senza compiere azione alcuna. Questo incide molto negativamente sull’azienda che verrà vista come poco curata e di bassa qualità, proprio come il sito che la rappresenta.

Mi imbatto in situazioni simili ogni giorno e la cosa peggiore è che l’azienda poi abbia una percezione errata del mercato online, definendolo come un qualcosa che non serve, dove si ha solo buttato via dei soldi:

“I soldi chiamano Soldi”

Intesi come investimento, se si investe nel modo giusto nella realizzazione del sito web inevitabilmente questo produrrà un ritorno economico, di immagine ed autorevolezza (oggi tanto considerata da google tra l’altro).

A chi appartiene il sito web?

Un altro svantaggio di creare un sito con i Builder è che il sito non sarà mai tuo realmente. Hai provato a chiederti cosa succederebbe se domani decidessi di cambiare piattaforma? non potrai di certo “portarti” via il sito, ma dovrai rifarlo con il nuovo sistema. Questa non è una situazione molto felice vero? L’unica cosa potresti portare via è il nome a dominio, che per legge deve essere di tua proprietà e quindi registrato a tuo nome. Tutto il resto, pagine; immagini; testi viene perso.

Diversamente quando si affida la realizzazione agli sviluppatori siti web professionali questi possono usare nella maggior parte dei casi dei sistemi (detti CMS) open source e dove si ha il pieno potere sul sito, files e tutto quello che c’è dentro. E in caso di spostamento del sito o del dominio si puo tranquillamente fare una copia di tutto e fare la migrazione. Non si perderà nulla.

Posso fare SEO con i siti realizzati con i builder?

La SEO, acronimo che sta per Search Engine Optimization, è un’attività di base che bisogna sempre adoperare in ogni pagina del sito. I builder in genere offrono questa possibilità attraverso un pannello di controllo. E fin qui tutto ok, ma dal punto di vista tecnico il problema vero e proprio nasce dal codice generato. Solitamente queste piattaforme usano dosi massicce di javascript (un linguaggio di programmazione) che però pregiudicano molto la lettura dei motori di ricerca delle pagine.

Ecco un esempio di codice sporco generato da javascript:

In sostanza nell’immagine sopra si vede solo una piccola porzione del codice sorgente di una pagina realizzata con uno di questi bulder. A parte la quantita enorme di codice il problema nasce anche dal fatto che gli spider dei motori di ricerca scansionano solo una certa quantità di righe (detta in maniera semplice), quindi se trova solo codice non arriverà mai al vivo del contenuto della pagina. Inoltre, avere molto codice rallenta inevitabilmente il caricamento della pagina stessa.

Il dominio

La scelta del nome a dominio per il proprio sito web è importante. Questo può essere brandizzato (ovvero con il nome aziendale) oppuere legato ad un prodotto o servizio. In genere quando si progetta la realizzazione di un sito web nuovo bisogna prestare attenzione anche a questo aspetto. Scegliendo accuratamente il provider, il server, etc. Un sito web per essere veloce deve contare anche con un server veloce. Altro aspetto molto considerato da google.

Il certificato di sicurezza SSL

E’ molto importante disporre di un certificato di sicurezza SSL installato nel proprio dominio. Un certificato è in sintesi un protocollo di comunicazione (l’HTTPS) che serve a criptare la comunicazione tra il browser e il sito, impedendo ai malitenzionati di effettuare attività di sniffing (intercettare la connessione per “rubare” dati importanti).

Google da circa un anno presta molta attenzione ai siti “certificati”, anche se non ha mai ufficializzato la cosa, basti pensare che il suo browser “google chrome” indica come sito non sicuro i domini che ne sono sprovvisti. Si deve tenere conto di questo ulteriore “servizio” che il proprio provider deve poter rilasciare.

Realizzazione e-commerce

Se per realizzare un sito classico per la propria attività bisogna prestare molta attenzione a diversi aspetti, maggiormente sarà da fare per i siti e-commerce. Data la loro natura di vendere online prodotti o servizi bisogna affidarsi a personale tecnico altamente qualificato che ci fornisca un sito facilmente gestibile e molto molto sicuro per gli acquirenti.

Un e-commerce ovviamente serve a vendere online, ma si può “ampliare” ad esempio attraverso un blog il quale funzionerà come ricettacolo di traffico potenzialmente qualificato e interessato ai nostri prodotti/servizi.

Il blog, che sia dentro l’e-commerce o che viaggi per conto suo, per poter funzionare al meglio dev’essere oggetto quantomento di ottimizzazioni SEO (questo è trasversale per qualsiasi tipo di sito web).

Scelta del partner ideale

Che si cerchi un partner per la realizzazione siti web roma o per la realizzazione siti web bologna piuttosto che una web agency milano o per qualsiasi altra località del mondo l’importante è scegliere in base a dei dati oggettivi che devono essere valutati per bene. La localizzazione geografica, grazie al tipo di lavoro e alle tecnologie oggi presenti non è determinante. Io stesso attraverso Vicenza Software ho avuto clienti in Spagna e Germania pur lavorando dall’Italia.

I vari metri di misura che si devono tenere in considerazione sono:

  • Esperienza. Più il partner ha esperienza nella lavorazione di siti web più sarà in grado di risolvere problematiche o di proporre soluzioni valide
  • Bagaglio tecnico. La persona deve essere formata costantemente, il web si evolve molto rapidamente e con essa bisogna tenere il passo.
  • Affidabilità. Diffidate da quei soggetti che vi promettono mari e monti a fronte di cifre ridicole. Poche centinaia di euro non bastano a creare un sito solido.
  • Portfolio. Mostrare online un elenco di siti web realizzati aiuta anche nella valutazione del professionista.
  • Recensioni. Cercate recensioni sul professionista o sulla web agency. Leggere i commenti di chi ha già lavorato con loro può aprire gli occhi e in determinati casi evitare collaborazioni spiacevoli e pericolose
  • Trasparenza. Personalmente ritengo che ci debba essere sempre la massima trasparenza tra cliente e fornitore (di servizi web in questo caso). Più si è trasparenti, sinceri ed onesti più sarà proficua la collaborazione tra le parti

Se hai avuto esperienze negative con chi doveva realizzarti il sito, se non hanno mantenuto le promesse, se ti hanno solo “spillato” dei soldi, commenta qui sotto (senza indicare ovviamente il nome di chi ha lavorato male). Sarò felice poterti aiutare alla soluzione del tuo problema!

WhatsApp chat